Il mancato coinvolgimento delle organizzazioni della società civile nella stesura del Recovery Plan che, entro fine aprile dovrà essere consegnato alla Commissione Europea, ha fatto sì che associazioni come la nostra, in collaborazione con Libera, Fondazione Etica, Cittadinanzattiva, Transparency International Italia, The Good Lobby, Lipu, Legambiente e Re-Act, a nome di tutte le 34 associazioni promotrici dell’appello “Ripartenza a porte aperte”, lanciato dall‘OpenGov Forum, abbiano deciso di scrivere una lettera ai ministri maggiormente coinvolti nella preparazione di un documento così importante per uscire dalla crisi pandemica. 

Economia, ambiente e salute devono essere i punti focali del Piano e il monitoraggio civico ne deve essere pilastro: pretendiamo quindi trasparenza sul nostro futuro. 

Segue il testo della lettera inviata ai ministri Brunetta, Colao, Cingolani, Giovannini, Franco e al Sottosegretario alla Presidenza Garofoli.

Gentile Ministro,
scriviamo a nome delle 34 associazioni promotrici dell’appello “Ripartenza a porte aperte” e di tutte le organizzazioni a essa aderenti. Stiamo da tempo chiedendo che venga riconosciuto il nostro diritto di sapere, monitorare e a partecipare al Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), nelle forme riportante nel
portale della campagna.
A pochi giorni dalla data che sancisce l’obbligo di consegna di Piano definitivo a Bruxelles e in previsione di una spesa pari a 220 miliardi di euro di risorse comunitarie e nazionali, ci è ancora impossibile pronunciarci sui contenuti del PNRR perché l’ultima bozza non è stata resa disponibile.
Ciò non solo rende impossibile sapere se le
nostre richieste siano state accolte, ma la mancata condivisione del Piano genera un preoccupante vulnus di trasparenza, di democrazia e di confronto pubblico che non possiamo in nessun modo permetterci.
Il nostro auspicio è che Lei faccia sua la nostra preoccupazione, a maggior ragione dopo che la crisi pandemica richiederà uno sforzo in più di collaborazione tra Istituzioni e società civile per ripartire efficacemente.
Ci aiuti a fare in modo che quanto prima venga messa online una bozza di Plan e che si riconosca la necessità di previsione di dati, strumenti e azioni di monitoraggio civico di quanto in esso contenuto.
Il tempo è poco.
Con i migliori saluti

Le Associazioni di OpenGov Forum e gli aderenti all’appello “Ripartenza a porte aperte

************

Per essere sempre aggiornati sulle nostre attività vi consigliamo di iscrivervi alla nostra newsletter. Potete seguirci su tutti i social (Telegram, Facebook pagina e gruppocanale YoutubeTwitterInstagram). Qui tutti i nostri bilanci  e lo statuto della nostra associazione.
Potete continuare a sostenere la nostra attività di giornalismo civico indipendente e di advocacy della nostra associazione con una donazione su Paypal o sul nostro c/c su Banca Etica. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.