Nella Giornata Mondiale per la Salute, rilanciamo e condividiamo il comunicato stampa a cura di Transparency International Italia, OnData e Action Aid Italia, principali promotori della campagna #DatiBeneComune e vi invitiamo a partecipare all’evento online che si terrà domani 8 aprile 2021 dalle ore 17 sui canali social di Action Aid Italia e dal sito della campagna. Evento che vedrà gli interventi delle oltre 30 associazioni promotrici (tra cui anche Cittadini Reattivi), anche a nome delle quasi 50mila firme raccolte finora per chiedere trasparenza, dati aperti, accessibili e interoperbili sulla pandemia da Covid-19 e sulla campagna vaccinale in corso.

Per noi sarà anche l’occasione per ricordare che, ad oggi come da nostra ennesima richiesta di accesso a Regione Lombardia, sostenuta anche dal Difensore Civico attendiamo ancora dati sull’epidemia COVID-19 in formato aperto e georeferenziati per provincia e comune. Dopo 30 mila morti non c’è ancora trasparenza nella nostra Regione. E in queste giornate non possiamo dimenticare i 6 milioni di cittadini italiani che vivono sui Siti di Interesse Nazionale, siti altamente contaminati e con ricadute certe sulla salute che ormai da decenni chiedono di avere dati epidemiologici sulle cause di malattia, ricovero e morte che le istituzioni rendono note dopo anni e in formato chiuso. Da Brescia a Taranto. Da Gela alla Terra dei Fuochi. (vedi ultimo rapporto Ecomafia, Edizioni Ambiente, 2020).

Oggi 7 aprile si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Salute, che quest’anno assume un’accezione ancora più significativa alla luce della situazione pandemica che stiamo vivendo. Il tema promosso dall’Organizzazione Mondiale Sanità si concentra su un mondo più equo e sano.

Come organizzazioni e i soggetti promotori e sostenitori della campagna #datiBeneComune, ribadiscono che una gestione efficace della salute pubblica deve passare necessariamente dalla trasparenza e dall’accessibilità dei dati relativi al piano di gestione della pandemia generale e di quello vaccinale in particolare.

Senza l’accesso a dati aperti e disaggregati non è possibile monitorare che le decisioni politiche siano  prese nell’interesse della collettività; i casi di cronaca degli ultimi giorni purtroppo hanno dimostrato che dati chiusi e, a causa di questo, manipolabili, rischiano di danneggiare una cittadinanza già molto provata. L’apertura è fondamentale per garantire il controllo pubblico e quindi maggiori garanzie che le decisioni siano prese al solo fine di tutelare la salute pubblica.

La salute di ciascun individuo passa dalla salute della collettività. Per questo la gestione della campagna vaccinale è fondamentale per uscire quanto prima da questa crisi garantendo la massima trasparenza e tempestività nell’accesso ai vaccini. I promotori della campagna #datiBeneComune rilevano come la campagna vaccinale presenti notevoli criticità sia in termini di flusso e qualità dei dati che di sistema informativo di gestione, monitoraggio e rendicontazione, per questo chiedono che siano resi disponibili:

  • Definizione univoca delle categorie di destinatari e relative numeriche
  • Categorie di priorità coerenti con le categorie di rendicontazione
  • Definizione standard dei dataset e dei flussi per la gestione e monitoraggio del piano
  • Definizione di target e milestones disaggregate per regione/mese
  • Il piano per raggiungere le persone in grave condizione di marginalità
  • Strumenti agili e standardizzati per l’inserimento dei dati nei punti vaccinali
  • Migliore qualità dei dati e gestione dei tanti riscontri in merito ricevuti pubblicamente sullo spazio ufficiale di pubblicazione.

La società civile chiede a gran voce attraverso questa campagna un cambio di passo del Governo e delle istituzioni competenti affinché le parole trasparenza e accountability assumano un valore reale. Per questo motivo domani sarà organizzato un evento online dal titolo 50.000 ragioni per liberarli tutti, per dare voce a tutte queste testimonianze. L’evento potrà essere seguito sul canale YouTube di ActionAid e sul sito www.datibenecomune.it a partire dalle ore 17.00 fino alle ore 20.00.

Parteciperanno esponenti di oltre 30 organizzazioni promotrici tra cui Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE, Riccardo Iacona, giornalista, autore e conduttore di Presa Diretta, Open Data Sicilia per fare il punto sulla gestione nella Regione Siciliana e Unilab Svoltastudenti, network di giovani universitari che daranno voce a quei tantissimi studenti che in questo anno, più di altri, hanno dovuto affrontare sacrifici e rinunce. Maggiori informazioni sull’evento sono disponibili qui.

************

Per essere sempre aggiornati sulle nostre attività vi consigliamo di iscrivervi alla nostra newsletter. Potete seguirci su tutti i social (Telegram, Facebook pagina e gruppocanale YoutubeTwitterInstagram). Qui tutti i nostri bilanci  e lo statuto della nostra associazione.
Potete continuare a sostenere la nostra attività di giornalismo civico indipendente e di advocacy della nostra associazione con una donazione su Paypal o sul nostro c/c su Banca Etica. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.