Central Park di Milano? Secondo l’urbanista Giuseppe Boatti questo potrebbe diventare, in collegamento con lo scalo Farini, il verde della Goccia, una zona di Bovisa grande quasi quanto il parco Sempione. Questa è stata la straordinaria proposta (elaborata insieme agli architetti Leila Ines Teboni e Marco Oliva): ULTIMA possibilità di Milano di dotarsi di un fondamentale POLMONE VERDE e spazio di natura, dal centro fino alla periferia, avanzata durante l’assemblea pubblica, che si è tenuta la sera di venerdì 5 aprile 2013 alla biblioteca di via Baldinucci, organizzata dal Comitato la Goccia.I cittadini riuniti nel Comitato da mesi si battono per informare gli abitanti della zona delle intenzioni di Comune e Politecnico, principali proprietari dell’area della Goccia, determinati nel progettare un cosiddetto “polo scientifico e tecnologico”, che di fatto seppellirebbe sotto una enorme colata di cemento boschi e prati oggi esistenti. Con la scusa di dover trovare i fondi per effettuare la bonifica del terreno inquinato dalle fabbriche preesistenti, il Comune non trova altra soluzione, purtroppo finora portata avanti nel chiuso delle istituzioni, che vendere le aree ai privati.L’assemblea in biblioteca è stata partecipata al di là delle aspettative. Segno di un desiderio profondo, già espresso nei referendum del 2011, di fare spazio al verde, in una città congestionata e mortificata dall’inquinamento.Le diverse relazioni del Comitato, che hanno spaziato dalla storia di Bovisa alle caratteristiche di una possibile bonifica “verde”, e i numerosi interventi del pubblico, hanno messo in evidenza la forte pretesa degli abitanti di partecipare alle scelte definitive e irreversibili che stanno disegnando il volto della Milano futura.Comitato La Goccia
Per una Goccia verde e una Milano riqualificatamail: comitatolagoccia@gmail.com / pagina facebook: Comitato La Goccia