Questa è la settimana dell’Amministrazione Aperta #SAA2021. Dopo un anno di pandemia e con i problemi di mancata trasparenza e di accesso ai dati sanitari e ambientali, che non sono ancora diventati davvero #DatiBeneComune, abbiamo raccolto con piacere l’invito e promosso le iniziative dell”Osservatorio per la Comunicazione e l’Informazione nella PA in Italia e in Europa (OCIPA) dell’Università di Salerno, promosso dalla prof.ssa Daniela Vellutino.

Due iniziative costruttive ma critiche rispetto alle politiche di una PA ancora latente su questi temi e che ancora non dà il dovuto ascolto alla società civile che ha chiesto una “ripartenza a porte aperte” sia al presidente del Consiglio Mario Draghi che al Ministro della PA, Renato Brunetta, ma che ci mostrano come anche chi fa parte della Pubblica Amministrazione vuole e può cambiare metodo e prassi, a favore dei cittadini e del bene comune.

Qui di seguito il comunicato sul sito dell‘Università degli Studi di Salerno che ringraziamo.

Per la Settimana della PA Aperta #SAA21 nell’ambito dell’attività dell’Osservatorio per la Comunicazione e l’Informazione nella PA in Italia e in Europa (OCIPA) e delle attività didattiche delle cattedre del corso di laurea magistrale Corporate Communitation e Media “Comunicazione pubblica e linguaggi istituzionali” e “Costruzione e Interpretazione dei testi giornalistici” sono state promosse le iniziative:

Giovedì 20 Maggio – Ore 10.30 – 14.30 – Verso il rapporto annuale “Chi ha dato ha dato!” Storie di monitoraggio civico e di richieste di accesso ai dati pubblici per fare buona comunicazione pubblica e inchieste sui rifiuti

Iniziativa in collaborazione con l’associazione Cittadini Reattivi ASP

Online su Google Meet

Anche quest’anno gli studenti-cittadini monitoranti del laboratorio didattico per la comunicazione pubblica Diritto di Accesso Civico del corso “Comunicazione pubblica e linguaggi istituzionali” dell’Università degli studi di Salerno hanno monitorato la gestione dei rifiuti urbani dei loro Comuni di residenza.

I dati di questo monitoraggio civico saranno pubblicati nel Rapporto annuale “Chi ha dato ha dato! Storie di monitoraggio civico e di richieste di accesso ai dati pubblici” e sul blog didattico per la comunicazione pubblica Diritto di Accesso Civico.

Venerdì 21 maggio ore 14.30 – 16.30 Incontro con le organizzazioni della società civile dell’Open Government Forum

Ripartenza a porte aperte. Come l’Open Government Forum può contribuire ai Piani Nazionali per l’Amministrazione Aperta.

Iniziativa promossa dall’Osservatorio per la Comunicazione e l’Informazione nella PA in Italia e in Europa, Dipartimento Scienze Politiche e della Comunicazione, Università di Salerno, con le associazioni di OpenGov Forum http://opengovforum.it/

Online su Google Meet

Le organizzazioni della società civile che partecipano all’Open Government Partnership Forum si confrontano su come partecipare in maniera attiva, reattiva e proattiva alla realizzazione dei Piani Nazionali per l’Open Government. Monitoraggio civico, inchieste giornalistiche, attività didattiche sulla trasparenza amministrativa, accountability, comunicazione pubblica, advocacy, lobbying sono pratiche di cittadinanza attiva necessarie in questa fase storica per contribuire alla ripartenza dell’Italia.

Partecipano: Paola Capirossi Fondazione Etica, Davide del Monte Info.nodes, Leonardo Ferrante, Scuola Common e Associazione Libera – associazioni, nomi e numeri contro le mafie; Isabella Mori Cittadinanzattiva APS; Rosy Battaglia Cittadini Reattivi

********

Per essere sempre aggiornati sulle nostre attività vi consigliamo di iscrivervi alla nostra newsletter. Potete seguirci su tutti i social (Telegram, Face-book pagina e gruppocanale YoutubeTwitterInstagram). Qui tutti i no-stri bilanci  e lo statuto della nostra associazione.
Potete continuare a sostenere la nostra attività di giornalismo civico indipendente e di advocacy della nostra associazione con una donazione su Paypal o sul nostro c/c su Banca Etica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.