No, le mamme di Castenedolo non stanno ferme. Tanto che per conoscere meglio il territorio e le cause del forte impatto ambientale della zona tra il loro comune, Brescia e Montichiari hanno preso in prestito un aereo e armate di macchina fotografica e videocamera hanno deciso di documentare con i loro occhi quello che sta accadendo.

“Avevamo bisogno di avere uno sguardo d’insieme, dall’alto, per capire le trasformazioni della nostra terra– racconta Rosa Cerotti volontaria del gruppo sempre in prima fila, che avevamo incontrato un anno fa, sotto la Loggia a Brescia, intenta a manifestare contro il PCB e a chiedere le bonifiche.

Abbiamo visto innanzitutto la bellezza del nostro territorio, per poi incontrare il tracciato della BREBEMI e la TAV – anche Castenedolo sarà interessato-  la Cava Castella su cui pende un’autorizzazione per trasformarla in discarica, ma è allagata dall’acqua di falda che affiora. E abbiamo volato sull’inceneritore di Brescia, sulla centrale a carbone, fino ad arrivare a Montichiari, ma per limiti di sorvolo non abbiamo potuto riprendere l’area delle discariche”

Altro segno particolare che segnala il consumo di suolo è la presenza di innumerevoli cave– “Dall’alto sembrano tutti piccoli laghetti ma sono il segno di come la terra sia svenduta per alimentare le economie disastrate dei Comuni. Tutte potenziali discariche abusive, senza un controllo adeguato”.

Una mancanza di controlli che ha portato il Bresciano ad essere la Terra dei fuochi del Nord, con discariche abusive di rifiuti tossici e  l‘aumento esponenziale di tumori e malattie dell’apparato respiratorio anche tra i bambini.

“L’emergenza ambientale e la pressione sulla salute la viviamo sulla nostra pelle: ci sono diversi bambini ammalati di tumore anche a  Castenedolo– sottolinea Rosa- anche per questo non possiamo e dobbiamo fare finta di niente”.

Così le mamme non si fermano. Partecipano attivamente alla vita del loro comune e propongono iniziative culturali e sociali per sensibilizzare la comunità. Il prossimo evento sarà con ogni probabilità una conferenza per discutere degli effetti dell’inquinamento sulla salute.

“Il nostro impegno continua ogni giorno, lottiamo per il benessere dei nostri bambini”.

Le mamme di Castenedolo sono su Facebook