Mentre ARPA Lombardia pubblica i primi dati ambientali sul monitoraggio esteso del SIN Caffaro di Brescia, la società civile attiva promuove un nuovo incontro di aggiornamento sullo stato della bonifica del sito e dei dati sanitari emersi dall’ultimo Rapporto Sentieri che confermano l’aumento di mortalità e di incidenza di malattie oncologiche per la popolazione bresciana, anticipate già un anno fa durante Presa Diretta.

Appuntamento con il “Caso Caffaro oggi, fra indagini controverse e bonifiche annunciate” è venerdi 13 giugno alle 17.00 in sala Romanino Missionari Saveriani.

Coordina Pietro Gorlani del Corriere della Sera Brescia. Gli interventi previsti sono quelli di Marino Ruzzenenti, storico dell’ambiente, Paolo Ricci del Gruppo di Lavoro Progetto SENTIERI che parlerà delle valutazioni epidemiologiche sul Sin Brescia Caffaro, Guido Menapace del Com. Ambiente Bs sud, Genitori Scuola Grazia Deledda per aggiornare sulle iniziative e le richieste dei “cittadini inquinati”, e per Medicina Democratica Luigi Mara e Fulvio Aurora ricorderanno come per tutelare davvero la salute dei cittadini non vi siano alternative alla bonifica.

Sono stati invitati l’’Assessore all’Ambiente del Comune di Brescia e i Dirigenti di Asl e Arpa ed è previsto un intervento di Edoardo Bai di Isde e Legambiente nazionale. Aderiscono il Coordinamento regionale Comitati Lombardi e la Rete Antinocività Bresciana.

Scarica qui il volantino in pdf