BASTA DEROGHE E PUZZA NELL’OLONA
Mobilitiamoci contro la sentenza provvisoria del TAR Lombardia
Perché chiamiamo la popolazione della zona nuovamente alla mobilitazione.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia il 25 giugno 2015 ha accolto il ricorso della Perstorp di Castellanza (ex Montedison) contro la decisione della Conferenza dei Servizi del 16 aprile di non concedere più alcuna deroga negli scarichi nelle fogne e quindi nell’Olona delle aldeidi con queste motivazioni:
“Considerato che con i provvedimenti impugnati è stato imposto alla società ricorrente di scaricare a far data dal 1 giugno 2015 le aldeidi con un limite non superiore a 2 mg/l a fronte di una precedente autorizzazione che consentiva un limite di scarico fino a 60 mg/l;
Ritenuto che sussiste il danno grave e irreparabile in capo alla parte ricorrente, legato alla struttura del sito produttivo che sarebbe costretto a interrompere gran parte della propria attività con conseguenze altamente negative di tipo finanziario e occupazionale irreversibili, non bilanciato da un interesse pubblico di rilievo comparabile, atteso che le paventate possibili conseguenze negative per l’igiene pubblica e l’ambiente non sono state adeguatamente evidenziate e provate dall’Amministrazione provinciale;
Ritenuta altresì … che le segnalazioni legate all’inquinamento olfattivo che hanno originato l’intervento provinciale non sono confortate da analisi specifiche che ne hanno individuato con certezza la fonte; …
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Terza) accoglie la domanda di sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti impugnati. Fissa per la trattazione di merito del ricorso l’udienza pubblica del 19 novembre 2015″; consentendo alla Perstorp di proseguire fino a fine anno di scaricare in fognatura ogni sorta di veleno che ha appestato per tutta l’estate non solo il comune di Marnate, ma anche Castellanza, Legnano e Canegrate, con proteste generalizzate; anche se ha fatto felice Prealpi Servizi e La Società di Tutela del fiume Olona (capeggiati come noto dagli ex funzionari della Provincia) per gli incassi sugli scarichi che ritenevano ormai persi.