Sabato 5 settembre 2015 il concerto

Elevazione Musicale: Alziamo la voce contro il mesotelioma

In memoria di Angelo Manzoni, baritono e corista del coro S. Cecilia di Valmadrera per più di 40 anni, ammalato e deceduto quest’anno a causa di un mesotelioma pleurico, il secondo concerto di Elevazione Musicale “Alziamo la voce contro l’amianto”. Eseguito dal Coro Grigna di Lecco, diretto dal maestro Riccardo Invernizzi, si terrà nella Basilica di S. Nicolò di Lecco sabato 5 settembre alle ore 21 con ingresso libero. L’evento è organizzato dalla neonata associazione Gruppo Aiuto Mesotelioma onlus che si è costituita ufficialmente a a Valmadrera il 21 luglio 2015. Il Gruppo è sul territorio lecchese da settembre 2014 per volere di alcuni famigliari di vittime dell’amianto che hanno voluto dare voce alle ingiustizie da loro subite e lanciare un grido d’aiuto.  Il presidente è Cinzia Manzoni, il vice presidente Fausto Manzoni, il segretario è Gabriella Cogliati e il tesoriere Alberto Colombo.

Il primo evento di Elevazione Musicale, Alziamo la voce contro il mesotelioma, infatti, era stato organizzato nel settembre 2014 nella Basilica di S. Nicolò a Lecco, proprio da Angelo Manzoni, padre di Cinzia e Fausto Manzoni. Al concerto avevano preso parte il Sindaco di Lecco Virginio Brivio, il consigliere regionale Raffaele Straniero, il presidente dell’Associazione Vittime Amianto Nazionale Italiana e Luciano Mutti, presidente del Gruppo Italiano Mesotelioma e titolare della cattedra di ricerca sul cancro alla Salford University di Manchester, al quale, per la ricerca, è stata destinata la cifra raccolta.

I dati nazionali continuano a essere preoccupanti e sono destinati a crescere: se non si provvederà presto alla bonifica dei siti, le morti per patologie legate all’amianto sono destinate ad aumentare, il picco è infatti previsto a partire dal 2015. 8415 sono i casi sospetti di Mesotelioma dal 2000 al 2013 in Lombardia, di cui 4725 accertati dal RENAM regionale, a Lecco negli ultimi 10 anni i casi sono stati 130 (dati consultabili dall’ultima relazione sull’amianto pubblicata dall’ASL e dal tredicesimo Rapporto attività 2013 del Registro Mesotelioma.L’inchiesta condotta dalla giornalista Rosy Battaglia (pubblicata anche on line sulla rivista Wired) ha rivelato che l’amianto in Italia uccide ancora 3 mila persone ogni anno, 8 al giorno (dato raccolto dall’associazione italiana di oncologia medica AIOM).

Dopo le attività seguite Il 29 novembre 2014 alcuni componenti del Gruppo Aiuto Mesotelioma hanno partecipato a un incontro sul tema a Casale Monferrato e il 18 aprile 2015 a un convegno pubblico “Una Vita in Polvere” presso l’Ospedale civile di Brescia. Il 9 maggio 2015 il gruppo ha organizzato il primo convegno presso l’auditorium della Camera di Commercio a Lecco: ”Raccontare l’amianto: la responsabilità di un’informazione corretta” dove si sono alternati per tutto il pomeriggio dieci relatori e testimonianze di famigliari delle vittime. Il buon esito degli eventi e l’interesse suscitato da un tema così importante, nonché la convinzione che la prevenzione sia fondamentale anche a Lecco in termini di bonifica, hanno portato alla regolarizzazione del gruppo e alla costituzione della Onlus.

Trasformazione che comporta una maggiore trasparenza e consente di chiedere una maggiore collaborazione alle Istituzioni, nonché di invitare i singoli cittadini, o le figure con attitudini specifiche e sensibilità verso l’ambiente o verso le attività sociali, a contattare l’associazione per contribuire a creare una rete di volontari che possa far fronte alle varie esigenze.

C’è ancora molta disinformazione sul pericolo amianto e sulle malattie a esso correlate, per questo il Gruppo Aiuto Mesotelioma intende informare sempre più persone per arrivare il prima possibile a ottenere un territorio più sano, liberandolo dalla “fibra killer”. In questo senso l’ambizione è quella di aprire in città uno “sportello amianto” che serva da supporto per fornire informazioni e raccogliere segnalazioni sul nostro territorio.

Per iscriversi occorre contattare il gruppo all’indirizzo e-mail info@gruppoaiutomesotelioma.org o al numero 329 0915734. Sarà possibile iscriversi anche al termine del prossimo concerto, versando una piccola quota associativa. Sarà anche possibile fare un’offerta libera per la ricerca. Il secondo evento di Elevazione Musicale “Alziamo la voce contro l’amianto”, eseguita dal Coro Grigna di Lecco, diretto dal maestro Riccardo Invernizzi, si terrà nella Basilica di S. Nicolò di Lecco sabato 5 settembre alle ore 21 con ingresso libero.

Altre informazioni sul sito del Comune di Lecco e su www.gruppoaiutomesotelioma.org