Il 10 settembre 2020 Wikipedia ospiterà una nuova pagina dedicata ad un luogo della memoria: il Parco Eternot. A quattro anni dalla sua inagurazione, tocca alla giovane attivista Vittoria Garrone di Fridays for Future, scrivere dell’area che ospitava la più grande fabbrica d’Europa di cemento-amianto, Eternit.

E’ lei, infatti, la vincitrice del concorso dedicato alle ragazze e ai ragazzi dai 14 ai 18 anni per scrivere la pagina enciclopedica di Wikipedia dedicata al Parco Eternot e al Vivaio Eternot, indetta dall’Associazione dei familiari e delle vittime dell’amianto di Casale Monferrato, di Legambiente, Wikimedia e della città di Casale.

Uno dei momenti del premio Eternot con la consegna delle piante di Davidia alle persone che si sono distinte nella lotta contro l’amianto

Un piccola buona notizia che dà fiducia nel futuro, grazie a questa generazione attenta e sensibile ai cambiamenti climatici, all’ambiente e alla giustizia sociale. Proprio da loro, infatti, è arrivata lo scorso 17 maggio la richiesta della visione collettiva del nostro documentario “La rivincita di Casale Monferrato“, simbolo di quel riscatto civico, dopo la morte di migliaia di persone per mesotelioma causato dalle fibre di amianto, mentre la giustizia nei tribunali tarda ad arrivare.

E il ritorno al futuro può esserci solo senza ripetere gli errori del passato, senza dimenticare. Il web e il digitale, come il lockdown da coronavirus ci hanno fatto capire, possono essere custodi di memoria e attivatori di reti tra le generazioni.

Per essere sempre aggiornati sulle nostre attività vi consigliamo di iscrivervi alla nostra newsletter. Potete seguirci su tutti i social (Telegram, Face-book pagina e gruppocanale YoutubeTwitterInstagram). Qui tutti i no-stri bilanci (in fase di aggiornamento) e lo statuto della nostra associa–zione.
Potete continuare a sostenere la nostra attività di giornalismo civico indi-pendente e di advocacy della nostra associazione 
con una donazione su Paypal o sul nostro c/c su Banca Etica.