C’è un filo rosso che lega il lavoro di Cittadini Reattivi e di chi scrive a chi si oppone allo spreco di risorse pubbliche, alla tutela dei beni comuni e del territorio.

Anche per questo con piacere vi segnaliamo i primi appuntamenti che ci vedono coinvolti all’inizio di questo 2018, all’insegna della conoscenza e della formazione civica, per capire cosa succede sopra le nostre teste e cosa possiamo fare per produrre, concretamente, cambiamento, in un momento di crisi economica, sociale e politica come l’attuale.

Locandina Binaria Book 11 gennaio 2018 Presentazione Solo AndataGiovedì 11 gennaio alle ore 18 appuntamento a Torino presso Binaria Book, la libreria di Gruppo Abele, per la presentazione del libro di Marco Ponti, già professore ordinario di Economia al Politecnico di Milano Solo Andata: trasporti, grandi opere e spese pubbliche senza ritorno” (Egea Editore). Ne discuteremo insieme all’ingegner Alberto Poggio della Commissione Tecnica Torino – Lione, docente e ricercatore presso il Politecnico di Torino, coordinati da Paolo Prieri del Presidio Europa No Tav e Controsservatorio Val Susa, tra le istruzioni per l’uso per “riconoscere un’opera che serve davvero” fino all’Alta velocità, “la madre di tutte le grandi opere” alla Val Susa, “un’opera indifendibile, una protesta locale, un movimento nazionale”.

 

anticorruzionepop_coverVenerdì 12 gennaio alle ore 21 appuntamento a Modena, presso “La tenda”, per la presentazione del libro Anticorruzione Pop di Alberto Vannucci e Leonardo Ferrante, (Edizioni Gruppo Abele) grazie all’associazione L’asino che vola, insieme a Leonardo Ferrante, i dieci passi per prevenire e combattere la corruzione “rendendo il vivere collettivo (e la cosa pubblica) inospitale per i corruttori, inaccessibile ai corrotti, indisponibile alle mafie”.

Nel primo incontro svisceremo le ragioni che uniscono cittadini e tecnici esperti come Marco Ponti e Alberto Poggio, dotati anche di grande ironia oltre che competenza, contro una grande e contestata opera come il TAV Torino – Lione, tra quello che sta succedendo a livello europeo ed internazionale e le difficoltà dell’opinione pubblica a ricevere informazioni corrette, accurate e non “teleguidate”. Un confronto necessario per chi fa informazione indipendente, così come è nel nostro stile, per far comprendere, senza preconcetti, ma basandoci su fatti e dati, il perchè di un’opposizione civica ventennale, come abbiamo iniziato a fare in questi mesi.

Nel secondo appuntamento ragioneremo, invece, con Leonardo Ferrante, responsabile del settore anticorruzione di Gruppo Abele – Libera, di quanto possiamo fare noi cittadini, attraverso il monitoraggio civico e il diritto di accesso alle informazioni, per attivare comunità reattive e resilienti a salvaguardia dell’ambiente, della salute e dei beni comuni. Pratiche che abbiamo iniziato a condividere nella seconda edizione di Common, la scuola di formazione per comunità monitoranti, tra i pilatri dell’azione di anticorruzione civica lanciati da Don Luigi Ciotti con Libera e Gruppo Abele per il 2018. Esperienza che ritrovate in questo articolo con tutti i materiali formativi e nel video che ne raccoglie alcuni momenti salienti dove, come Cittadini Reattivi, abbiamo curato la sezione ambiente e salute.

Tutto questo mentre lavoriamo a #StorieResilienti, alla stesura del nostro primo libro, alla distribuzione del nostro primo documentario “La rivincita di Casale Monferrato” (a breve il lancio stampa e qui già le istruzioni per organizzare una proiezione nella vostra città) e allo storybord del secondo, “Brescia, #BastaVeleni“.

Fili rossi che si intrecciano e che ci uniscono e ci fanno ringraziare ancora una volta chi sostiene e ha sostenuto il nostro lavoro di (in)formazione civica e indipendente e riflettere che, sì, la strada è quella giusta.

[Se vuoi sostenere con una donazione Cittadini Reattivi APS, puoi farlo qui.

Per saperne di più su Cittadini Reattivi, il progetto giornalistico clicca qui, sull’associazione qui]