libera_avellino_amiantoUna vicenda come quella dell’ex Isochimica di Avellino ci ricorda quanta omertà, quanta mancanza di giustizia c’è stata e c’è sul dramma causato dall’uso dell’amianto in Italia. La bonifica della fabbrica della morte campana, che ricordiamo scoibentava dall’amianto le carrozze dei treni, dove gli operai lavoravano continuamente esposti alle fibre e dove l’amianto veniva trattato e trasportato senza nessuna precauzione, è iniziata solo quest’anno. E non possiamo dimenticare quanto avevano patito prima di loro i colleghi delle Officine delle Grandi Riparazioni di Bologna, che pure hanno pagato e continuano a pagare anch’essi un altissimo prezzo.  Ne abbiamo parlato, indagato, documentato, raccolto firme. Ma non è abbastanza.

Per tutto questo, è importante, fondamentale non fare calare il silenzio. Grazie a Libera Avellino, ne parleremo mercoledì 27 settembre nell’incontro al Centro Sociale Samanta Della Porta con Don Luigi Ciotti, Presidente nazionale LIBERA,  Maurizio Landini, CGIL; Michele Buonomo, Presidente Legambiente Campania; il Comitato Ex operai Isochimica; Associazione Ariano in Movimento.

A Rosy Battaglia onere e onore della moderazione di un dibattito che avviene in un territorio con una ferita viva, Una ferita per la legalità, per la salute, per la vita serena di una comunità.

Amianto vuol dire siti contaminati, progetti di bonifica e restituzione dell’area ai cittadini. Come dicevamo, dopo trent’anni il sito contaminato inizia ora a essere bonificato, ad Avellino. E sembra essere lontani anni luce da quanto è avvenuto a Casale Monferrato e dovrebbe essere invece in tutte le città che hanno subito questo spregio. Senza dimenticare cosa si oggi si deve fare per restituire giustizia agli operai coinvolti e a tutta la popolazione della città.

Anche per questo non è un tema che Cittadini Reattivi abbandonerà. Anche grazie all’Università di Salerno cercheremo di raccogliere tutti i materiali, dati e mappe di quanto emerso finora nelle nostre inchieste in un nuovo progetto di open data e monitoraggio civico. E’ in partenza una collaborazione con lo Sportello Amianto nazionale e AIEA. E con Storie Resilienti e “La rivincita di Casale Monferrato” forniremo un quadro completo, con le storie, le buone pratiche e il riscatto di chi ci dice che la battaglia contro l’amianto si può vincere.

DOVE: Centro Sociale SAMANTHA DELLA PORTA – Avellino
GIORNO: Mercoledì 27 settembre 2017
ORA: 18:30
Ingresso libero

Evento su Facebook

Per approfondire

Tutti gli articoli e le inchieste di Rosy Battaglia e Cittadini Reattivi sull’amianto

Su Donna Moderna “Amianto, cinque storie di amianto in prima linea”

Su Wired

La canzone degli Assalti Frontali premiata dal Premio Eternot

Il video teaser de “La rivincita di Casale Monferrato